La coltivazione delle zucchine trombetta di Albenga




Produzione agricola

La coltivazione delle zucchine trombetta di Albenga




Maggio 14, 2020

La zucchina trombetta d’Albenga è una varietà di zucca tipica della Liguria. Il suo nome richiama la simpatica e caratteristica forma attorcigliata, che la fa rientrare tra i prodotti agricoli più noti del territorio. Li chiamano “i 4 di Albenga”: sono il carciofo spinoso , l’asparago violetto, il pomodoro cuore di bue e, appunto, la zucchina trombetta.

Questo speciale ortaggio rientra tra le eccellenze liguri di cui andiamo più fieri. In questo articolo vi spieghiamo come ce ne prendiamo cura nella nostra Azienda agricola.

Zucchine trombetta pronte per la raccolta

Come avviene la coltivazione delle zucchine trombetta

La stagionalità delle zucchine trombetta va da giugno a ottobre. Bisogna precisare, però, che la loro coltivazione avviene in due momenti distinti: a maggio e a metà luglio. Abbiamo in totale 800 piante che vengono interrate in periodi diversi, a intervalli di circa 40 giorni le une dalle altre.

Proprio in questo periodo procediamo con la posa a terra di 250/300 piantine. Seguiamo quest’ordine perché le zucchine trombetta iniziano a produrre dopo meno di un mese dal giorno in cui vengono piantate, ma già dopo due mesi la pianta perde vigore. Si sviluppa velocemente e fruttifica in abbondanza per 25/30 giorni, per poi rallentare progressivamente la produzione. Dopo il picco c’è bisogno, dunque, di ricorrere a nuove piantine: in questo modo riusciamo ad avere i nostri frutti per tutti i mesi estivi e fino all’arrivo dell’autunno.

Preparazione del terreno per zucchine trombetta

La preparazione del terreno

Il terreno destinato alla coltivazione delle zucchine d’Albenga è lo stesso in cui abbiamo avuto – da dicembre a marzo – i nostri carciofi. Questo perché i residui organici prodotti dal carciofo rendono il terreno più fertile. La terra viene quindi arata e preparata alla posa delle piantine e del sistema di irrigazione.

Posa in terra di piantina zucchine trombetta

L’irrigazione

Per continuare a produrre un buon numero di frutti, soprattutto dopo il picco, la pianta di zucchina trombetta ha bisogno di tanta acqua. A garantire loro un’ottima idratazione, ci pensano i nostri due diversi sistemi di irrigazione automatici:

  1. Impianto a goccia (tramite posa a terra)
  2. Impianto dall’alto

I sistemi sono diversi per un motivo semplice. Alcune delle nostre piante si sviluppano in verticale: crescono in altezza “arrampicandosi” su delle canne, per poi appoggiarsi su un filare in legno. Per queste utilizziamo un impianto di irrigazione a goccia; le altre, invece, si sviluppano in orizzontale sul campo aperto, e per loro ci affidiamo a un sistema di innaffiamento dall’alto, anch’esso automatizzato.

Zucchine trombetta sul pergolato in controluce

La raccolta e il confezionamento

La raccolta delle prime zucchine avviene ai primi di giugno e prosegue, come abbiamo detto, fino a ottobre. Dopo la raccolta, i frutti possono essere consumati freschi anche dopo due o tre giorni, oppure si può scegliere di lasciarli in un luogo asciutto per più tempo. A questo punto avviene la magia: la zucchina cambia colore, diventa color rame e si può conservare a lungo.

In questo video mostriamo i nostri filari di trombette, vicino all'agriturismo

Un’altra possibilità è quella di lasciare il frutto attaccato alla pianta e staccarlo solo quando ha raggiunto la dimensione desiderata. Anche in questo caso, lo si potrà conservare in un luogo asciutto per gustarla in autunno come una comune zucca.

La zucchina trombetta ha anche dei sottoprodotti delicati: i fiori. Dopo un’attenta selezione, questi vengono raccolti con estrema attenzione e conservati in frigorifero, prima di essere venduti in giornata ai ristoranti della zona.

Fiore delle zucchine trombetta

La distribuzione

La zucchina trombetta d’Albenga è un prodotto al 100% ligure: difficile trovarla al di fuori dei confini regionali. Questo è dovuto soprattutto alla sua alta deperibilità e alla difficoltà nello stivare i suoi frutti. Abbiamo visto che può avere due forme diverse, a seconda di come cresce:

  1. Lunga e dritta (pergolato)
  2. Attorcigliata (a contatto col terreno)

Filari di zucchine trombetta

In entrambi i casi la loro particolare conformazione rende difficile il trasporto. Il loro volume richiederebbe, infatti, delle cassette speciali, molto larghe e lunghe.

Eppure, chi conosce questo ortaggio non può farne a meno: la qualità è sicuramente superiore a quella della zucchina comune. I semi sono concentrati nel rigonfiamento finale, e la polpa è dunque compatta e gustosa. Non c’è dubbio: il suo gusto delicato lo rende un ingrediente speciale per le ricette più sfiziose.

Dove è possibile trovare le nostre zucchine trombetta? Serviamo le cucine degli hotel, i ristoranti e qualche supermercato della zona, ma garantiamo sempre la vendita diretta. Chi soggiorna in una delle nostre case vacanza a Diano Marina gioverà più di tutti del km 0. Ma chiunque può venire a trovarci in qualsiasi momento e acquistare i nostri prodotti appena raccolti. Vi aspettiamo!

 

Ascolta tutti i podcast pubblicati sui nostri canali ufficiali:

La 28° edizione del Premio Vermentino a Diano Castello

15

Settembre

La 28° edizione del Premio Vermentino a Diano Castello

Nel mese di luglio siamo andati a Diano Castello per assistere alla 28° edizione del Premio Vermenti ...
Zuccarello: un borgo ricco di fascino

05

Luglio

Zuccarello: un borgo ricco di fascino

Zuccarello è uno dei borghi medievali più noti della provincia di Savona: scopriamolo insieme!
Bussana Vecchia: visita il borgo degli artisti

30

Maggio

Bussana Vecchia: visita il borgo degli artisti

Chiunque dovrebbe visitare Bussana Vecchia: non una semplice curiosità pittoresca per turisti, ma un ...

Contattaci




Informazioni

Inserisci i dati per contattarci

Contattaci

ACCETTO TERMINI E CONDIZIONI DELLA Privacy Policy
* i campi sono obbligatori