La sarchiatura: la lavorazione del terreno dei carciofi




La tecnica della sarchiatura con la zappa

News

La sarchiatura: la lavorazione del terreno dei carciofi




Ottobre 06, 2021

È arrivato quel periodo dell’anno in cui, messe da parte le specialità estive, ci dedichiamo con vigore ai carciofi, un prodotto agricolo tipicamente invernale.

In questi giorni, infatti, abbiamo praticato la sarchiatura, una particolare lavorazione del terreno che ci consente di far “respirare” le radici della pianta, affaticate dalla siccità patita nei mesi estivi. Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta!

La lavorazione del terreno arido dei carciofi

Grazie alla sarchiatura anche le piante respirano!

In un articolo precedente abbiamo spiegato come eliminare le piante infestanti dai carciofi grazie alla tecnica della scerbatura. La sarchiatura, invece, si presenta come una lavorazione diversa. Prima di tutto, seppur manuale, si esegue con l’utilizzo di una zappa o un rastrello. Lo scopo non è solo quello di togliere le piante infestanti che nel frattempo si sono formate intorno, ma di formare dei piccoli avvallamenti intorno alle radici della pianta, in modo da offrire loro una buona irrigazione e ossigenazione. Si tratta, infatti, di un processo che avviene per cercare di porre rimedio all’eccessiva aridità del terreno, indurito dalla scarsità di acqua e perciò difficile da lavorare.

In questo video potete osservare nel dettaglio come avviene la sarchiatura: con la zappa smuoviamo la terra intorno alla pianta. Questa è molto dura a causa della siccità, ma con questo movimento favoriamo una maggiore permeabilità dell’acqua.

Con la sarchiatura, in sostanza, smuoviamo un leggero strato di terreno, quello più superficiale, facendo attenzione a non colpire le radici con la zappa. In questo modo, con una sola tecnica ci garantiamo:

  • Una buona areazione del terreno
  • Maggiore penetrazione dell’acqua
  • L’eliminazione delle piante infestanti

La raccolta dei carciofi è ancora lontana, ma nell’azienda agricola Le Girandole non perdiamo tempo: anche quest’inverno contiamo di portare sulle vostre tavole i nostri carciofi spinosi di Albenga!

Lingueglietta: un borgo da scoprire

19

Gennaio

Lingueglietta: un borgo da scoprire

Lontana dalle vie più trafficate della Riviera ligure, Lingueglietta rientra giustamente tra i borgh ...
Una gita alle grotte di Toirano

10

Gennaio

Una gita alle grotte di Toirano

Le Grotte di Toirano sono una delle maggiori attrazioni turistiche della provincia di Savona. In que ...
Visita al Museo etnografico di Toirano

12

Dicembre

Visita al Museo etnografico di Toirano

Nel piccolo borgo di Toirano abbiamo visitato il Museo etnografico. Un viaggio indietro nel tempo di ...

Contattaci




Informazioni

Inserisci i dati per contattarci

Contattaci

ACCETTO TERMINI E CONDIZIONI DELLA Privacy Policy
* i campi sono obbligatori